27 mag 2014

Mini KC

Ok, questo modello mi piace tantissimo:

bel modello, scritto bene, richiede un filato con cui si lavora piacevolmente sia per resa che per crescita (ora sto lavorando un maglione con la Holst e NON FINISCE MAI)...

dopo quello fatto per me, che mi ricorda la mia metà siciliana ho pensato a farne uno anche per il piccolo, che ora ha 5 anni e mezzo ed è lungo e secco.

Per lui ho scelto le righe bretoni: bianco e blu, con una riga di contrasto rossa.

La Bretagna rimane nel cuore, c'è poco da fare.

Il filo è un filo di risulta preso da un maglione (sempre a righe bretoni) fatto due anni fa... non è tantissimo, quindi, ed infatti il maglioncino è venuto un pò risicato, ma è un cotone morbido morbido che da delle belle maglie definite ed è molto piacevole da lavorare.

Oh beh... ci farà l'estate e poi via, tanto era filo di riciclo.

Questo maglioncino in due settimane era pronto, lavorando nei tempi liberi, e Massimo lo ha amato subito visceralmente, infatti se l'è messo addosso e non voleva più toglierselo... nonostante il caldo che è venuto ed il rischio che si facesse venire la scarlattina :-)

Appena riesco a fermarlo e fargli una foto senza che faccia o la faccia da mostro o la faccia da povero orfanello cambio questa foto.

Massimo ha fortissimamente voluto il bottone giallo in contrasto... primo perchè adora il giallo e secondo... perchè è della Roma.

E' un segnale di quanto la scuola segni i bambini il fatto che lui eviti il calcio come la peste ma poi voglia i colori della Roma perchè gli amici sono romanisti... ma in fin dei conti,  meno male che almeno sono romanisti :-D

05 mag 2014

Kynance cove

Ah sei stata in vacanza? No, magari.

Tra l'altro mi piacerebbe da matti fare un viaggetto in Cornovaglia, visto che l'ultima volta che ho messo piede in Inghilterra è stato circa 25 anni fa... glomm.

Purtroppo i cani e problematiche legate alla mia impossibilità di riuscire ad imbarcarmi su un aereo (lo spieghiamo, per favore, agli operatori dei check-in che è discriminazione non far imbarcare un medicinale salvavita? Uff) me lo rendono estremamente difficile.

Cmq... senza uscire dal seminato, Kynance cove, oltre ad essere una pittoresca baia in Cornovaglia, è anche un delizioso schema della mia designer preferita Isabell Kraemer.

Assolutamente non perchè è crucca, eh, no no... certo, un pò aiuta ma sono convinta di riuscire ad essere super partes il giusto per giudicare se un cosa mi piace o no.

I suoi pattern mi piacciono. Tanto, molto, quasi eccessivamente.
Le linee, le scelte di colori, di peso, le istruzioni che sono sempre semplici quel tanto da essere scorrevoli ma mai noiose e ripetitive. Soprattutto sono scritte bene.

Infatti ho messo in coda un fantastilione di suoi maglioni che non so proprio quando finirò... vabbè, bisogna pensare positivo.

Intanto ho finito la mia versione estiva del Kynance cove. Non ne sono particolarmente soddisfatta per via dell'effetto strano che ha fatto il filato scelto: un misto lino/cotone della Patons.
Il filato in sè è molto bello ma le righe non sono definite... vabbè, per il resto linea morbida e stramettibile, ora è in bloccaggio.

Posto comunque la foto prima del bloccaggio, sperando di riuscire in breve a convincere qualcuno a farmi una foto un pò più carina.

Intanto, presa da sacro furore ed estremamente soddisfatta del risultato, ho deciso di farne uno anche per il piccolo Muccio... che ormai va per i 6 anni e stranamente mi ha chiesto una cosa per lui... per lui le classiche righe bretoni bianche e blu che non stancano mai, almeno me... la riga in contrasto sarà rossa.

Ah, se avete curiosità ed interesse per questo schema bellissimo lo trovate nel blog di Isabell  oppure nella sua pagina di ravelry . Il pattern è disponibile solo in inglese e tedesco... al momento ;-)